Crowdfunding, come funziona il finanziamento dal basso

Crowdfunding -startup-news


Crowdfunding, ovvero la ricerca di fondi fra la gente, è ormai un sistema diffusissimo per farsi finanziare un progetto quando non si ha la possibilità o la voglia di rivolgersi a canali tradizionali di credito. Con il crowdfunding i consumatori diventano investitori di un determinato progetto e in cambio possono rievere qualcosa che li spinga a contribuire economicamente alla sua realizzazione. Si tratta generalmente di piccole cifre: 5, 10 o 20 euro, ma può raggiungere anche somme più consistenti a seconda del progetto da realizzare.

 

Come funziona il crowdfunding

Nel crowdfunding entrano in gioco due parti: l’ideatore del progetto e i believer, ovvero coloro che credono in quel progetto. L’ideatore può essere, per esempio, un regista che vuole realizzare un film, un artista che vuole registrare un album, un architetto che ha in mente di ristrutturare un vecchio edificio abbandonato e trasformarlo in una palestra e così via. I believer sono persone comuni che credono in quel progetto e in cambio, per esempio, del proprio nome fra i titoli di coda del film, della copia autografata dell’album o magari, nel caso dell’architetto di prima, del solo fatto di avere finalmente una palestra vicino casa, decidono di donare una quota per la realizzazione dell’idea. Chi propone il progetto indica anche una scadenza e una cifra minima da raccogliere. Nella maggior parte dei casi, se si raggiunge l’obiettivo, il progetto parte. In questo caso la piattaforma di crowdfunding trattiene una percentuale per il servizio offerto. In caso contrario, i soldi dei partecipanti non vengono prelevati. Il concetto su cui si basa il crowdfunding è, se vogliamo, molto democratico, perchè è il mercato stesso a decidere se un progetto vada realizzato o meno.

 

Quattro tipi di finanziamento

Esistono sostanzialmente quattro tipologie di crowdfunding:

  1. donation crowdfunding (finanziamento di campagne no-profit)
  2. reward-based crowdfunding (finanziamento basato sulla ricompensa)
  3. equity-based crowdfunding (finanziamento basato sull’acquisto di azioni)
  4. lending-based crowdfunding (finanziamento con prestito e interessi)

 

A chi serve il crowdfunding

Sebbene si possa fare crowdfunding praticamente per qualunque tipo di progetto, in realtà uno strumento di questo tipo fa leva soprattutto sulle passioni e i bisogni delle persone. In pratica ognuno di noi decide di finanziare qualcosa solo se gli interessa veramente. Esiste poi un altro fattore importante ed è la condivisione del progetto. Se decidiamo di registrare un album musicale, cercheremo in tutti i modi di pubblicizzare la raccolta di fondi fra i nostri amici e cercare il più possibile di rendere virale il nostro annuncio. La condivisione di un progetto di crowdfunding per cercare il più alto numero possibile di contatti è fondamentale. Una forma di finanziamento dal basso come il crowdfunding è alla portata di tutti e può rivelarsi utilissimo soprattutto per liberi professionisti e microimprese.

 

Generaliste e specializzate

Esistono piattaforme di crowdfunding generaliste e altre che si dedicano a settori specifici come la musica, l’innovazione, l’ecosostenibilità ecc… Secondo quanto afferma Chris Anderson, giornalista americano esperto di tecnologie, oggi andiamo incontro a un’economia destinata a vendere minori quantità, ma che deve offrire un numero maggiore di prodotti. In pratica è il concetto di “nicchia” che prevede poco pubblico, ma molto interessato e quindi anche più fedele e motivato. Se il nostro progetto rientra all’interno di un settore in cui operano delle piattaforme specializzate è sempre consigliabile rivolgersi a quelle. Se abbiamo in mente la realizzazione di un disco, piattaforme come Musicraiser o Sellaband sono più indicate perchè frequentate sicuramente da appassionati di musica. Se lavoriamo nel mondo del cinema potremmo visitare Cineama, mentre se ci occupiamo di noprofit c’è Iodono e così via.

 

Le piattaforme di crowdfunding

Ecco alcune delle piattaforme generaliste di crowfunding più conosciute in Italia:

Infine segnaliamo Siamosoci.com un sito dedicato completamente al mondo delle startup.

Post correlati

Redazione

StartUP-NEWS.it è scritta, ideata e portata avanti da persone che sono prima di tutto startupper di se stesse, giornalisti e liberi professionisti che ogni giorno si scontrano e incontrano in prima persona con le problematiche e le realtà che decidiamo di raccontare.

    1 comments

    Comments are closed.