Alla startup Okelvin JA il Premio Migliore Impresa JA 2018

Il Premio Migliore Impresa JA 2018 va al progetto OKelvin JA dell’ISIS Malignani di Udine


La startup Okelvin JA, creata dagli studenti dell’ISIS Arturo Malignani di Udine, ha vinto il Premio Migliore Impresa JA 2018 nell’ambito della competizione BIZ Factory. L’iniziativa premia le migliori imprese sviluppate nell’ambito del programma “Impresa In azione” da studenti delle scuole secondarie superiori di tutta Italia.

Un’etichetta rivoluzionaria

OKelvin JA ha ideato un’etichetta che, applicata su bottiglie o altri prodotti, indica la corretta temperatura variando il proprio aspetto. L’etichetta, realizzata attraverso l’utilizzo di speciali pigmenti termocromatici che si attivano al raggiungimento di una precisa temperatura, può essere adattata ai più svariati utilizzi, a partire dalla degustazione dei vini fino alla corretta conservazione dei farmaci, che potrebbero subire alterazioni se esposti a temperature inadeguate. OKelvin JA rappresenterà l’Italia alla ventinovesima edizione di JA Europe Company of the Year Competition, in programma a Belgrado, dal 16 al 19 luglio 2018.

I numeri di BIZ Factory

Ogni anno BIZ Factory, giunto alla sua XV edizione, rappresenta l’appuntamento conclusivo di “Impresa in azione”, il più diffuso programma di educazione imprenditoriale nelle scuole superiori italiane, che nell’anno scolastico 2017/2018 ha visto la partecipazione di 16.000 studenti tra i 16 e i 19 anni, per un totale di 780 mini-imprese. L’iniziativa è promossa e organizzata da Junior Achievement Italia, associazione non profit attiva in 122 Paesi del mondo per lo sviluppo delle competenze imprenditoriali e l’alfabetizzazione finanziaria.

Gli studenti partecipanti hanno espresso il loro apprezzamento verso l’iniziativa. Per il 62% il progetto li ha resi più motivati e determinati nel seguire gli obiettivi formativi futuri e per quasi 1/3 la comprensione delle conoscenze richieste dal mercato del lavoro risultano più chiare. La skill maggiormente sviluppata (24%) è l’organizzazione e la pianificazione, mentre l’impatto più profondo è stato raggiunto da: capacità di inventiva e creatività (12%) e determinazione riguardo agli obiettivi formativi futuri (16% – orientamento).

“L’obiettivo di un percorso di educazione all’imprenditorialità, di cui BIZ Factory è vetrina, è anche quello di sviluppare negli studenti attitudini, conoscenze e abilità competitive che favoriscono l’occupabilità dei giovani in ogni contesto lavorativo, oltre che in ogni esperienza di cittadinanza attiva. Si tratta pertanto di competenze trasversali, professionali e per la vita”, afferma Miriam Cresta, CEO di JA Italia.

Post correlati

Redazione

StartUP-NEWS.it è scritta, ideata e portata avanti da persone che sono prima di tutto startupper di se stesse, giornalisti e liberi professionisti che ogni giorno si scontrano e incontrano in prima persona con le problematiche e le realtà che decidiamo di raccontare.

    Lascia un commento

    *