Quant’è bello l’e-commerce, ma i soldi italiani vanno all’estero

e-commerce startup news

Le statistiche parlano chiaro: aumentano gli italiani che fanno acquisti online. Spesso preferiamo acquistare su Internet anche se il negozio è a 200 metri da casa o dall’ufficio. Spesso i negozi fisici sono il luogo in cui si va a smanettare con un nuovo smartphone o gadget tecnologico, salvo poi acquistarlo online. Perchè?

  • Perchè nella maggior parte del casi si risparmia
  • perchè la merce arriva direttamente a casa
  • perchè sul web è più facile fare confronti fra i prodotti
  • perchè puoi leggere le opinioni di chi ha già comprato lo stesso prodotto
  • perchè non si ha voglia di stare in fila per fare due domande a un commesso svogliato (forse avrà le sue ragioni) che poi alla fine ci lascia insoddisfatti (succede).

Fin qui non c’è nulla di male. Si chiama evoluzione, digitalizzazione o come ci pare, ma funziona così.

I dati del commercio online

Secondo i dati pubblicati dall‘Osservatorio del Politecnico di Milano, a maggio 2014 le vendite sui siti italiani di e-commerce hanno triplicato il fatturato rispetto al 2006 e sono cresciuti del 17% rispetto al 2013. Sono numeri importanti, non fosse per il fatto che segnano un fattore di crescita in un mare di dati negativi ai quali ultimamente siamo tutti abituati.

Vendite da siti italiani - Osservatori.net
Valore delle vendite da siti italiani. Fonte: Osservatori.net

Cosa si vende di più online?

La ricerca del Politecnico mette in evidenza tre macrocategorie ordinate per volumi, che nel 2014 sono cresciute rispetto al 2013 :

  1. Servizi (Assicurazioni e Turismo) +9%
  2. Prodotti (Abbigliamento, Editoria, Grocery, Informatica ed elettronica) +26%
  3. Altro (Arredamento, C2c, Made in Italy, Merchandising, Couponing e Ricariche) + 23%

 L’e-commerce è mobile

Inarrestabile anche il ruolo giocato dalle piattaforme mobile nel mondo del commercio elettronico che ormai rappresenta una fetta consistente del mercato.

Smartphone Osservatori
Acquisti da piattaforma mobile secondo i dati degli Osservatori del Politecnico di Milano.

Le previsioni indicano che nel 2014 gli acquisti effettuati tramite smartphone e tablet raggiungeranno in Italia il 19% del totale e-commerce.

 

Dove comprano gli Italiani?

Ecommerce da italiani - Osservatori.net
Valore dell’acquistato e-commerce da consumatori italiani. Fonte: Osservatori.net

Se il mercato dell’e-commerce cresce e gli italiani sono sempre più disposti ad acquistare online, c’è un dato che deve farci riflettere e riguarda i luoghi fisici in cui finiscono i soldi italiani spesi online. Sembra, infatti, che gli italiani siano fra i primi in Europa a spendere su siti esteri una buona fetta del denaro dedicato ad acqusiti online. Secondo i dati del Politecnico, nel 2014, su un valore di 14.690 milioni di euro spesi in e-commerce da consumatori italiani, 3.976 milioni di euro sono stati spesi su siti esteri, mentre le vendite all’estero di siti italiani sono state di 2.489 milioni di euro. In soldoni, sono usciti più soldi di quanti ne siano entrati e la tendenza sembra essere in aumento.

 

Post correlati

Redazione

StartUP-NEWS.it è scritta, ideata e portata avanti da persone che sono prima di tutto startupper di se stesse, giornalisti e liberi professionisti che ogni giorno si scontrano e incontrano in prima persona con le problematiche e le realtà che decidiamo di raccontare.