Vodafone chiama le startup: ecco come partecipare!

call startup


Realizzata in collaborazione con PoliHub, incubatore del Politecnico di Milano e gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano, la call ha come obiettivo quello di stimolare e supportare la nascita di progetti innovativi che individuino nel 5G il fattore abilitante distintivo e più in generale, si legge nel bando, di:

  • incidere sullo sviluppo dell’ecosistema 5G, tecnologico e produttivo, preparando il terreno per la fase commerciale;
  • contribuire a definire gli standard futuri della nuova tecnologia;
  • favorire la diffusione di conoscenze e competenze che consentano la massima fruizione delle potenzialità delle reti di nuova generazione;
  • essere da stimolo alla creatività nello sviluppo di servizi e applicazioni che massimizzino l’impatto sociale, economico e ambientale della trasformazione digitale;
  • rendere l’infrastruttura di comunicazioni il nuovo substrato fortemente integrato e plasmato sul territorio locale.

 

In tale ambito, Vodafone renderà possibile l’accesso a finanziamenti, risorse e spazi dell’Open Lab IoT di Vodafone per lo sviluppo congiunto di servizi e applicazioni Narrowband Internet of Things e al Campus Open Lab del Politecnico di Milano e agli spazi del Polihub per progetti in altri ambiti dove verranno installate stazioni radio base 5G così da consentire la sperimentazione dei servizi ideati.

Complessivamente, lo stanziamento di risorse è pari a 2,5 milioni di euro.

 

I settori interessati dalla call

Secondo quanto precisato dal bando, rappresentano settori all’interno dei quali promuovere progetti e innovazioni i seguenti:

  • Robotica e sensoristica per Industria 4.0 e Sanità che abbiano il 5G come fattore abilitante;
  • Dispositivi e sensori connessi su rete mobile 5G per applicazioni innovative Internet of Things, Smart City & Smart Grid e in ambito Sicurezza;
  • Applicazioni di Big Data Analytics e più in generale Soluzioni Digitali mobili integrate con sistemi di sensoristica connessa 5G per innovazione nei settori Sicurezza, Sanità e Industry 4.0;
  • Soluzioni e dispositivi AR/VR per applicazioni in ambito Entertainment, Sicurezza e Sanità dove la tecnologia 5G rappresenti un elemento distintivo;
  • Dispositivi Wearable connessi in real time e in mobilità che consentano di creare casi d’uso nuovi e distintivi in ambito Sanità, Education e Entertainment.

Chi può partecipare

L’iniziativa si rivolge a:

  • Start-up innovative purchè già costituite con solide metriche (es. fatturato, clienti) e team formati e dedicati;
  • Start-up innovative costituende, anche da parte di studenti, giovani laureati e ricercatori, con asset di unicità e proprietà intellettuale difendibile;
  • Piccole e Medie Imprese (“PMI”) con asset, risorse e team dedicati al progetto presentato
  • Imprese Sociali operanti nei settori considerati ad utilità sociale con asset, risorse e team dedicati al progetto presentato.

La selezione

I progetti innovativi che verranno presentati al team di valutazione subiranno una fase di pre-selezione finalizzata a condurre quelli ritenuti più meritevoli all’interno dello step di “Progettazione in 5G” all’interno del quale riceveranno risorse “in kind” e/o un primo finanziamento con il quale fare o finalizzare il progetto di integrazione del proprio prodotto/servizio con il 5G e finalizzare la presentazione al Board.

Solamente i progetti finalisti più interessanti potranno accedere alla fase di “Sviluppo e Test in Lab” durante la quale potranno usufruire di infrastruttura sperimentale 5G e spazi di lavoro necessari a poter sperimentare il nuovo prodotto/servizio, oltre che apportare i necessari fine-tuning al prototipo per ottimizzarne l’integrazione con la rete e l’architettura 5G.

I criteri di valutazione

Lo staff di valutazione e di selezione individuerà i migliori progetti sulla base di alcuni criteri di valutazione rammentati dall’art. 7 del bando, ovvero:

  • utilizzo del 5G come fattore abilitante e distintivo per massimizzare l’efficacia del prodotto/servizio, aprire nuovi ambiti/settori di utilizzo, allargare il potenziale di mercato, lanciare servizi aggiuntivi, etc.;
  • innovatività tecnologica e di business della soluzione;
  • fattibilità tecnica con testing della soluzione traguardabile nel corso del programma;
  • sostenibilità economica;
  • qualità e competenze del Team dedicato;
  • scalabilità/replicabilità;
  • concretezza del Piano di Lavoro presentato e raggiungibilità delle milestones;
  • misurabilità dei KPI del piano presentato.

Scadenze

Il bando sancisce quali sono i vari step di sviluppo della call. Attualmente è in fase di regolare conduzione la raccolta delle candidature, che scadrà alle ore 17 del 31 marzo 2018. Successivamente, nel mese di aprile, avrà luogo la fase di valutazione delle candidature e la pre-selezione.

A maggio e a giugno avrà luogo la progettazione in 5G, mentre a luglio vi sarà la presentazione dei progetti e la selezione finale. A settembre 2018 sarà poi la volta dello sviluppo e del test in Lab, mentre è previsto per dicembre 2018 il termine del programma.

Come partecipare

Partecipare è molto semplice. È infatti sufficiente creare la propria candidatura all’Action for 5G attraverso il sito internet ufficiale dell’iniziativa, raggiungibile all’indirizzo actionfor5g.it. Qui sarà possibile alla sezione di presentazione del progetto, indicando l’ambito di applicazione, la denominazione del progetto, indirizzo email di riferimento e password utile per poter avere successivi accessi al proprio account.

Seguirà una procedura guidata che condurrà gli interessati, passo dopo passo, alla presentazione corretta di tutti i dettagli utili per poter permettere allo staff incaricato di valutare l’iniziativa proposta.

Maggiori informazioni

Chi fosse interessato può disporre di maggiori informazioni sul sito internet dell’iniziativa.

 

 

Post correlati

Roberto Rais

Giornalista, copywriter ed esperto in marketing editoriale, collabora con alcuni dei più noti network nazionali dell'informazione

Lascia un commento

*