Startup all’estero: dalle Isole al mondo, 2 bandi da non perdere!

startup internazionalizzazione


Per tutte le startup e le imprese sarde e siciliane che desiderano guardare con maggiore ottimismo al resto del mondo, internazionalizzando i propri processi, ci sono ora almeno due buone notizie. Due, così come i bandi che negli ultimi giorni sono stati pubblicati per poter favorire i progetti internazionali delle attività imprenditoriali delle maggiori isole italiane, le cui imprese possono ora beneficiare di una serie di contributi che vi consigliamo di non sottovalutare.

Ma in che cosa consistono i due bandi per favorire l’internazionalizzazione delle imprese di queste due regioni? Cerchiamo di saperne di più, riepilogando nelle righe che seguono i più importanti termini di riferimento di queste iniziative.

 

Internazionalizzazione imprese Sardegna

Cominciamo dal bando dell’Assessorato Regionale dell’Industria, Servizio politiche di sviluppo attività produttive, ricerca industriale e innovazione tecnologica della Regione Sardegna, che comunica che entro il 30 luglio 2018 è possibile presentate le domande di accesso al bando “Promozione nei mercati esteri in favore di partenariati misti”, rivolto a quei raggruppamenti di imprese che scelgono di aderire a un piano di internazionalizzazione presentato dalle Associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello regionale, Camere di commercio operanti nel territorio regionale e Consorzi di tutela.

Le domande di accesso verranno istruite secondo l’ordine cronologico di invio tramite la piattaforma informatica unica: diventa pertanto importante, al fine di poter essere individuate tra i primi aggiudicatari, presentare quanto prima la propria richiesta di contributo, tenendo conto che la decorrenza è in questo caso fissata al 12 febbraio 2018.

Secondo il contenuto dell’avviso pubblico, le agevolazioni verranno concesse per:

  • Servizi di consulenza prestati da consulenti esterni.
  • Locazione, installazione e gestione stand per partecipazione a fiere e/o mostre.
  • Spese per la realizzazione di campagne e strumenti promozionali.
  • Spese per l’organizzazione e realizzazione all’estero di missioni, incontri B2B, presentazioni prodotto, workshop, esposizioni temporanee.
  • Costi di viaggio, vitto e alloggio qualora collegati alla organizzazione e partecipazione alle attività operative all’estero previste nel piano.
  • Spese per la realizzazione di educational tour, incoming, “follow-up” aziendali incluse attività di animazione economica e di accompagnamento propedeutiche alle attività operative all’estero previste nel piano.
  • Spese per il personale del soggetto proponente, effettivamente impiegato per la realizzazione del progetto.
  • Spese di gestione forfettariamente sostenute dal soggetto proponente per la realizzazione del piano.

 

Se desiderate saperne di più, vi consigliamo di consultare il sito internet della Regione Sardegna (regione.sardegna.it) e di qui recarvi nella sezione dedicata ai procedimenti e lala modulistica dell’Assessorato dell’Industria.

 

Internazionalizzazione imprese Sicilia

Nasce con l’obiettivo di agevolare gli investimenti per l’internazionalizzazione delle imprese il bando pubblicato dalla Regione Sicilia.

L’iniziativa regionale prevede che possano presentare domanda le piccole e medie imprese siciliane in forma singola o associata, a cui andrà accreditato un contributo nella misura pari all’80 per cento del costo del progetto per un massimo 100 mila euro per l’impresa singola e di 200 mila per quella associata.

Vengono ritenuti ammissibili a beneficio i costi per i servizi di consulenza per l’internazionalizzazione prestati da esterni, i costi per la partecipazione ad eventi. Le domande devono essere presentate entro il 22 febbraio 2018.

Maggiori informazioni possono essere ottenute sul sito internet della Regione Sicilia nella sezione dedicata alle iniziative per l’internazionalizzazione delle imprese.

 

 

Post correlati

Roberto Rais

Giornalista, copywriter ed esperto in marketing editoriale, collabora con alcuni dei più noti network nazionali dell'informazione

    Lascia un commento

    *