SmileDirectClub, la startup che raddrizza i denti a distanza, raccoglie 400 milioni di $

SmileDirectClub startup news


Che i dentisti si facciano pagare troppo non è certo una notizia. Non può sorprendere così il fatto che una startup specializzata in ortodonzia, la tecnica cioè di raddrizzare i denti, venga valutata 3,2 miliardi di dollari e abbia raccolto in pochi mesi oltre 400 milioni di dollari in finanziamenti. La forza di SmileDirectClub è quella di fornire tutto il necessario per raddrizzare i denti direttamente a casa del paziente per poi controllarne i progressi via webcam. Teoricamente i pazienti potrebbero non avere alcun contatto fisico con i medici dentisti ed effettuare la prima scansione dell’arcata dentaria utilizzando uno speciale software collegato alla webcam fornito dalla startup. Una volta identificato il problema, viene preparato l’apparecchio ortodontico adatto che viene poi inviato direttamente a casa del paziente. In realtà, se il paziente preferisce, l’applicazione e la prima visita possono essere effettuate in uno dei tanti studi dentistici convenzionati presenti negli USA. I controlli successivi invece avverranno via webcam. In questo modo volendo è possibile controllare i progressi della procedura anche ogni giorno, cosa che è chiaramente impossibile per chi si deve recare in uno studio medico.

Volendo, è possibile controllare i progressi di una cura anche ogni giorno, cosa che è chiaramente impossibile per chi si deve recare in uno studio medico.

Secondo SmileDirectClub, l’ortodonzia a domicilio consente risparmi anche superiori del 60% mentre le percentuali di successo sono in linea con quelle classiche. La durata del trattamento varia dai 4 ai 14 mesi, a seconda della correzione da applicare. Naturalmente l’Associazione dei Dentisti Americani ha contestato fin da subito questa pratica dicendo che la presenza del dentista rimane indispensabile per la riuscita del trattamento, al momento però non è ancora riuscita a bloccare la startup, il cui fatturato continua a crescere.

Francesco Pensabene

20+ years experience as a tech journalist, senior writer and editor.

Lascia un commento

*