Safesolution, la startup che ha realizzato la cassaforte da ombrellone, cerca investitori

Safebeach Cassaforte Safesolution spiaggia Startup-News

L’estate sembra ancora lontanissima, eppure chi lavora nel settore dei servizi è già in gran fermento. I ragazzi della startup Safesolution per esempio stanno lavorando ormai da tre anni su di un progetto innovativo che vuole raggiungere le spiagge italiane nell’estate del 2019. Si tratta di Safebeach, una cassaforte elettronica che si fissa ai normali ombrelloni e che può essere sbloccata solo dal braccialetto elettronico indossato dal legittimo proprietario.

Una cassaforte elettronica che si fissa ai normali ombrelloni e che può essere sbloccata solo dal braccialetto elettronico indossato dal legittimo proprietario

L’obiettivo è quello di rendere più sicuro il soggiorno in spiaggia, in modo da non essere più obbligati a lasciare qualcuno di guardia al portafoglio e al telefonino ogni volta che si decide di andare a farsi un bagno. Safebeach non è solo una cassaforte ma può essere usata anche come punto di ricarica USB per i nostri dispositivi digitali.
L’obiettivo della startup è quello di offrire la sua cassaforte da spiaggia in comodato gratuito ai gestori degli stabilimenti balneari, venendo ripagata dalla pubblicità che gli inserzionisti vorranno applicare sulle cassaforti stesse. Safesolution punta a raggiungere non solo gli stabilimenti balneari ma anche piscine, terme e parchi acquatici per un totale di 25000 strutture e sei milioni di ombrelloni. Si tratta di uno sforzo importante per una startup che al momento è valutata 2.250.000 euro e che sta cercando di recuperare fondi per altri 150.000 euro attraverso una campagna di crowdfunding con quote di partecipazione che partono dai 250 euro.
Safebeach ha già vinto il contest Startcup Bergamo organizzato dall’Università degli Studi di Bergamo ed ha già sperimentato con successo i primi prototipi nella scorsa stagione balneare.

Francesco Pensabene

20+ years experience as a tech journalist, senior writer and editor.

Lascia un commento

*