Nuova call Intesa Sanpaolo nel Foodtech

Startup Foodtech


Il Foodtech continua ad essere uno dei settori maggiormente al centro delle attenzioni degli investitori internazionali, e non è certamente un caso che Intesa Sanpaolo abbia scelto di dedicare a questo contesto, ovvero a tutto ciò che ruota intorno all’Agrifood, una call rivolta alle imprese che desiderano mettersi alla prova.

Che cos’è Intesa Sanpaolo Startup Initiative

Intesa Sanpaolo Startup Initiative è un programma che permette alle startup di poter ottenere concrete opportunità di business. Periodicamente (di norma, ogni pochi mesi), un processo di selezione e di formazione conduce le migliori startup ad eventi tecnologici specifici di alto profilo, gli Arena Meetings, dove possono rivolgere i propri progetti a investitori internazionali.

Il processo avviene attraverso diversi step:

  • Step 0: Scouting. È la fase della ricerca di idee imprenditoriali innovative, startup e spin-off da includere nel processo Intesa Sanpaolo Startup Initiative. Le idee inviate online vengono elaborate, sottoposte a screening e assegnate a un evento target.
  • Step 1: Tutoraggio e business coaching. Nelle settimane precedenti a un evento, vengono fornite sessioni di formazione personalizzate per aiutare gli imprenditori a perfezionare il loro piano aziendale e ad adattare la loro comunicazione agli investitori, in collaborazione con la rete di angel investors della Silicon Valley Maverick Angels.
  • Step 2: Valutazione e selezione. Un gruppo di esperti del settore e specialisti tecnologici valuta i candidati in relazione a ogni evento, individuando una dozzina di startup coinvolte nei passaggi successivi.
  • Step 3: Arena Meeting. Le startup selezionate nei precedenti passaggi possono partecipare all’Arena Meeting, un evento di networking in cui possono presentare un pubblico di investitori internazionali.
  • Step 4: Follow-up. Vengono raccolti i feedback da parte degli investitori internazionali, e vengono facilitate le interazioni con le startup mediante una piattaforma online dedicata (MySUI).
  • Step 5: Roadshow internazionale. Vengono organizzati ulteriori Arena Meetings in importanti località europee e mondiali (tra cui Londra, Francoforte, Parigi, San Francisco e New York), consentendo agli imprenditori più promettenti di massimizzare le loro opportunità di business.

Chi può partecipare

Intesa Sanpaolo mira a creare un vero e proprio ecosistema di valore. Ne deriva che se anche le protagoniste principali sono le Startup, tutti possono presentare la propria partecipazione a vario titolo, come gli investitori (capitali di rischio, business angel, fondi per lo sviluppo, ecc.), incubatori, acceleratori, parchi scientifici, centri di ricerca, associazioni di categoria, e tanto altro ancora.

Call For Foodtech

In questo contesto, la prossima scadenza è fissata per il settore Foodtech. Le startup selezionate per i programmi Intesa Sanpaolo avranno diritto a ricevere formazione e feedback per un valore di diverse migliaia di euro, rese disponibile gratuitamente da tecnici qualificati ed esperti del settore. Le startup più promettenti accederanno inoltre ai meeting sopra individuati, offrendo i propri progetti a investitori finanziari e partner industriali.

Nel comparto Foodtech, il Meeting è previsto per il 10 maggio 2018, a interesse dei seguenti settori:

  • Agricoltura: agricoltura di precisione, di rigenerazione, caratterizzazione del suolo, droni, sensori, raccolta e desquamazione, agricoltura verticale / urbana, Idro / Aero / Aquaponica;
  • Macchinari ed elettrodomestici: macchine collegate, automazione e robotica, cucina intelligente, dispositivi incorporati e Internet of Things, Stampa 3D;
  • Sicurezza: ispezione e diagnostica, conservanti e additivi naturali, tracciabilità, controllo di qualità, Big Data, imballaggi a base biologica, imballaggi riutilizzabili, imballaggi attivi;
  • Nutrizione e salute: fonti proteiche Next-wave, alimenti funzionali, nuovi alimenti, superfoods, disturbi alimentari e diete speciali, dolcificanti e naturali alternativi, semi e mangimi, cicli di chiusura nutrienti, soluzioni Zero-waste, gestione dei rifiuti, biodiversità;
  • Experience per l’utente: servizi mobili, AR / VR, distribuzione e consegna, marketing, social fooding.

Scadenza dei termini

La scadenza dei termini è attualmente fissata nel 30 marzo 2018. Per candidarsi è sufficiente inviare un business plan in forma libera o un executive summary del proprio progetto tramite il modulo di domanda online disponibile nel collegamento che trovate a margine.

Maggiori informazioni

Si possono ottenere maggiori informazioni attraverso questo sito o inviando un’email a startup@intesasanpaolo.com.

 

Post correlati

Roberto Rais

Giornalista, copywriter ed esperto in marketing editoriale, collabora con alcuni dei più noti network nazionali dell'informazione

    Lascia un commento

    *