Le startup specializzate in malattie “imbarazzanti” battono ogni record in USA

Roman startup-news

Ci sono molti uomini negli USA, e a dirla tutta non solo in quella nazione, che proprio non se la sentono di parlare al proprio medico di problemi fisici anche seri che li riguardano. Ci riferiamo a disfunzioni erettili, eiaculazione precoce o anche herpes e altre malattie infettive genitali.
Come accade sempre più spesso, dove è presente una richiesta arriva subito una startup in grado di soddisfarla, e in questo caso le startup sono almeno tre e tutte quante stanno riscuotendo un enorme successo.
Roman, Hims e Keeps offrono in una maniera discreta e riservata consulti medici attraverso la webcam del proprio computer, con la possibilità di avere una prescrizione e ricevere a domicilio la medicina più adatta al proprio problema.

RomanHims e Keeps offrono in una maniera discreta e riservata consulti medici attraverso la webcam del proprio computer, con la possibilità di avere una prescrizione e ricevere a domicilio la medicina più adatta al proprio problema. 

Dopo avere compilato un modulo online i pazienti vengono contattati da un medico che li visita nella maniera più discreta possibile e senza mostrarsi direttamente attraverso una video chat (di solito Skype ma anche FaceTime). Sembra infatti che il problema che accomuna migliaia di maschi americani sia quello di farsi vedere di persona mentre il contatto via webcam viene ritenuto meno imbarazzante. Volendo è anche possibile che la persona non si faccia nemmeno vedere in viso e mostri solo il problema che la affligge. I vantaggi non si limitano alla privacy ma comprendono anche il costo della visita e delle medicine. Una dose di Viagra prescritta in questo modo costa 34 $, meno della metà del prezzo che si pagherebbe in farmacia. Le prospettive di crescita devono essere ottime visto che Roman e Hims hanno già raccolto 200 milioni di dollari in meno di un anno e Hims ha già deciso di lanciare Hers, il corrispondente sito per malattie imbarazzanti dedicato alle signore. 

Post correlati

Francesco Pensabene

20+ years experience as a tech journalist, senior writer and editor.

Lascia un commento

*