In California si testa un sistema di trasporto all’interno di tubi che raggiunge i 1000 km/h

Hyperloop startup-news

I trasporti a medio raggio del futuro sono destinati ad abbandonare l’aereo in favore del trasporto veloce grazie a sistemi di levitazione magnetica all’interno di speciali tubi a bassa pressione.
Non si tratta di fantascienza visto che i primi esperimenti di trasporto con il Virgin Hyperloop One sono già stati effettuati con successo, anche se per il momento senza equipaggio umano. L’idea nasce da un progetto introdotto da Elon Musk nel 2013, successivamente sviluppato da una cordata che include diversi finanziatori e capitali, tra cui Richard Branson, CEO di Virgin, le ferrovie francesi SNCF e l’Arabia Saudita.
I primi esperimenti sono avvenuti con successo nel deserto intorno a Las Vegas e infatti uno dei primi tragitti in programma prevede il collegamento tra Los Angeles e Las Vegas che dovrebbe consentire di concludere il viaggio di 500 km in soli 30 minuti.

Uno dei primi tragitti in programma prevede il collegamento tra Los Angeles e Las Vegas che dovrebbe consentire di concludere il viaggio di 500 km in soli 30 minuti.

Volendo confrontare i mezzi di trasporto, oggi con il treno ad alta velocità si impiegano 2 ore e 45 minuti mentre con l’aereo ne servono 3 ore e mezzo (compresi i trasbordi da e verso l’aereoporto). Con l’automobile invece sono necessarie in media quattro ore e un quarto.
La tecnologia sviluppata da Elon Musk, e poi ceduta come progetto open source, prevede l’utilizzo di speciali navicelle che si muovono utilizzando i principi della levitazione magnetica in un tubo a bassa pressione in vuoto stagno. La bassa pressione riduce la frizione e la resistenza dell’aria e consente di ridurre al massimo i consumi. Il fatto poi che il trasporto avvenga all’interno di tubi elimina il problema delle condizioni atmosferiche. Secondo le aziende che lo stanno mettendo a punto il servizio passeggeri dovrebbe essere inaugurato prima del 2025.

Post correlati

Francesco Pensabene

20+ years experience as a tech journalist, senior writer and editor.

Lascia un commento

*