I creatori di un ecografo portatile economico vincono la gara tra startup africane

mscan startup africane startup-news

Il sito di tecnologia Techcrunch ha organizzato la Startup Battlefield Africa, la prima competizione tra startup africane svoltasi a Lagos, in Nigeria. Tra le quindici startup partecipanti, la vincitrice del premio di 25.000 dollari è l’ugandese M-SCAN i cui fondatori potranno anche recarsi a San Francisco per uno stage. L’idea che è risultata vincitrice è quella di un sensore ecografico portatile a basso costo che potrà venire collegato a smartphone, tablet e Pc portatili per eseguire esami a costi minimi. Ogni giorno in Africa muoiono ottocento donne per complicanze legate al parto e alla gravidanza che potrebbero essere evitate se fosse disponibile un sistema di controllo semplice come l’ecografia, che non è facilmente disponibile soprattutto negli stati dell’Africa Sub-sahariana. Il 60% degli abitanti infatti non può accedere a cure specializzate e la disponibilità di un ecografo dal costo inferiore ai 100 dollari potrebbe essere una prima soluzione. Il fatto che  il sensore ecografico sia collegabile anche agli smartphone Android, diffusi ormai in maniera capillare anche nei villaggi più sperduti, consentirà anche a ostetriche e personale non specializzato di inviare le immagini via web a radiologi e medici competenti.

Il fatto che  il sensore ecografico sia collegabile anche agli smartphone Android, diffusi ormai in maniera capillare anche nei villaggi più sperduti, consentirà anche a ostetriche e personale non specializzato di inviare le immagini via web a radiologi e medici competenti.

Anche le altre startup partecipanti alla competizione hanno messo a punto prodotti destinati a migliorare la qualità della vita degli abitanti. Al secondo posto si è piazzata Bettr, una startup che ha realizzato uno sportello bancario virtuale installabile su di uno smartphone Android. Il suo obiettivo è quello di rendere più accessibile a milioni di persone l’accesso a finanziamenti e sistemi di deposito. Un’altra idea che è stata riconosciuta come valida e innovativa è quella della startup Labtech e consiste in una soluzione hardware e software per l’esame delle urine a distanza sempre attraverso smartphone Android.

Post correlati

Francesco Pensabene

20+ years experience as a tech journalist, senior writer and editor.

Lascia un commento

*