WANDERIO, la startup che piace a Europcar

Wanderio


Per prenotare un viaggio è necessario consultare più portali di offerte (22 in media secondo un report Google Think Insight) per una sola vacanza sia una perdita di tempo che molti non vogliono concedersi.

Wanderio è un portale di prenotazioni di viaggio online, che prende in considerazione anche tutti i mezzi di trasporto, compresi i collegamenti con aeroporti e stazioni

Ecco allora tre italiani, di due culture differenti ma uniti dalla stessa passione hanno creato una piattaforma per far confluire le ricerche in un’unica soluzione. Si chiama Wanderio ed è un portale di prenotazioni di viaggio online, che prende in considerazione anche tutti i mezzi di trasporto, compresi i collegamenti con aeroporti e stazioni. L’appeal dell’idea vale sia per il mero consumatore alla ricerca del viaggio dei suoi sogni come anche per le aziende che puntano sulla open innovation e travel booking. E l’intento sembra aver avuto un interesse così globale da far si che l’azienda francese di autonoleggio Europcar, investisse su di loro.

L’investimento di Europcar non è mai stato divulgato, ma si ipotizza una cifra da 1 a 3 milioni di euro

La cifra non è mai stata divulgata, ma essendo uno di quegli investimenti di prima fascia si ipotizza un investimento da 1 a 3 milioni di euro. Wanderio nasce nel 2011 con la collaborazione di due ingegneri informatici ed uno studente di management della Bocconi, che partecipando ad un concorso (Innovaction Lab) si conoscono e danno vita a questa piattaforma. Oltre al confrontare i prezzi dei vari mezzi di trasporto, per un certo periodo il portale ha introdotto anche delle feature come la scelta del viaggio più “ecosostenibile” e quello più veloce, che probabilmente verranno reintrodotti in un secondo momento. Wanderio in questi anni ha compiuto altri passi importanti. Ha raccolto altre risorse per supportare la propria crescita – circa mezzo milione di euro raccolti complessivamente prima dell’investimento di Europcar  – e ha ottenuto diversi riconoscimenti, tra cui l’accesso alla finale del TechCrunch Disrupt Berlin 2013, il primo premio al concorso “Ripartiamo dalle idee” lanciato nel 2014 da Corriere della Sera e Intesa Sanpaolo e il titolo di Best New App of the Week sull’Apple Store nel 2015.

Post correlati

Andrea Bettiol

http://custodidisuccesso.it/

Laureato magistrale in Ingegneria Gestionale all’Università degli studi di Udine, lavoro da anni nella creazione di Business Game come software per la formazione aziendale. Interessi di ricerca: tecnologia, mondo digitale, sport, motori.

    Lascia un commento

    *