USB Internet Key: verificare la copertura del segnale

Internet Key-Startup-News


Se nel nostro ufficio non abbiamo una linea telefonica fissa con cui collegarci a Internet, una delle soluzioni migliori per farlo è attraverso una Internet Key USB. Si tratta di chiavi USB simili per forma e dimensioni a quelle che utilizziamo per memorizzare i dati, ma con alcune differenze sostanziali. Le Internet Key, infatti, sono paragonabili a dei modem portatili, al cui interno inseriamo una comune scheda SIM di un gestore di telefonia mobile. La connessione sfrutta le onde radio e si collega utilizzando la rete cellulare. Per questo, prima di prendere in considerazione questa soluzione, dobbiamo valutare alcuni aspetti importanti. Se all’interno del nostro ufficio la Internet Key non riesce a ricevere al meglio il segnale, corriamo il rischio di navigare molto lentamente o non poterci collegare affatto.

 Non è detto che all’interno di una stanza la ricezione consenta di collegarci in modo soddisfacente

Verificare la copertura del segnale

Gli standard di connessione sono identificati da sigle, le quali indicano le prestazioni del tipo di rete mobile a cui ci colleghiamo. La più veloce è HSDPA che ci consente velocità pari a 42,2 Mb/s. Segue poi UMTS con 384 Kb/s e infine i più lenti EDGE e GPRS. Per collegarci al meglio in ufficio dobbiamo ricevere un segnale UMTS o HSDPA. Prima di tutto è necessario verificare se la nostra zona è coperta da questo standard. Basta collegarci ai siti dei vari gestori di telefonia mobile e controllare nella sezione dedicata alla verifica della copertura.

Internet collegamento

La prova del nove

Anche se la zona viene definita come coperta dai migliori standard di connessione, non è detto che all’interno di una stanza la ricezione ci consenta di collegarci in modo soddisfacente. La migliore prova da fare per saperlo, è dotarsi di un cellulare che sfrutti lo stesso gestore di telefonia con cui vogliamo stabilire il collegamento al Web. Entriamo nei vari ambienti dell’ufficio e verifichiamo la potenza del segnale in base al numero di tacche disponibili. Accanto all’indicatore di campo deve poi apparire la sigla 3G, che indica la presenza della rete UMTS/HSDPA. Se invece troviamo una E, ci stiamo collegando in EDGE e la velocità di connessione non sarà alta.

Redazione

StartUP-NEWS.it è scritta, ideata e portata avanti da persone che sono prima di tutto startupper di se stesse, giornalisti e liberi professionisti che ogni giorno si scontrano e incontrano in prima persona con le problematiche e le realtà che decidiamo di raccontare.