SELFIEmployment: 114,6 milioni di euro per i giovani che vogliono fare impresa

SELFIEmployment


Dal 1° marzo possono essere inviate le domande per SELFIEmployment, il nuovo fondo rotativo nazionale che prevede finanziamenti a tasso zero per i giovani che vogliono mettersi in proprio o avviare un’attività imprenditoriale. La misura è rivolta a giovani fino a 29 anni, iscritti al programma Garanzia Giovani.

SELFIEmployment è un’opportunità per mettere in campo le idee di business, sviluppare le attitudini e avviare piccole iniziative imprenditoriali. Il percorso prevede un periodo di formazione e accompagnamento che permetterà ai partecipanti di sviluppare il progetto d’impresa, anche attraverso l’erogazione di finanziamenti agevolati.

Come fare?

Prima di tutto è necessario iscriversi a un percorso di accompagnamento all’avvio di impresa. Per farlo è necessario recarsi al centro per l’impiego regionale oppure registrarsi sul portale “Cliclavoro”.

Completato il percorso di counseling, con il documento di accompagnamento che sarà consegnato a chiusura del percorso e il business plan elaborato, si aprirà la possibilità di accedere ai finanziamenti del Fondo SELFIEmployment.

Il Fondo

Il Fondo, gestito da Invitalia, sotto la supervisione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, finanzia l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani NEET, attraverso la concessione di prestiti a tasso zero.

Il Fondo aiuta pertanto a realizzare le idee imprenditoriali dei giovani elaborate nell’ambito dei percorsi di accompagnamento svolti presso la Regione di appartenenza o tramite Unioncamere.

Il Fondo SELFIEmployment finanzia piani di investimento inclusi tra 5.000 e 50.000 euro.

Il Fondo SELFIEmployment finanzia piani di investimento inclusi tra 5.000 e 50.000 euro. In particolare i prestiti erogabili sono ripartiti in: microcredito, da 5.000 a 25.000 euro; microcredito esteso, da 25.001 a 35.000 euro; piccoli prestiti, da 35.001 a 50.000 euro.

Finanziamenti senza interessi

Si tratta di finanziamenti agevolati senza interessi e non assistiti da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma, rimborsabili in massimo 7 anni, con rate mensili posticipate che partono dopo sei mesi dalla concessione del prestito.

Chi ottiene le agevolazioni deve impegnarsi a realizzare gli investimenti entro 18 mesi dal perfezionamento del provvedimento di ammissione.

Invitalia valuta le domande, concede gli incentivi e verifica la realizzazione dei progetti finanziati. Offre inoltre un servizio di tutoraggio per accrescere le competenze imprenditoriali dei giovani e favorire lo sviluppo dell’attività.

 

A chi è rivolto SELFIEmployment

SELFIEmployment è rivolto ai giovani che hanno una forte attitudine al lavoro autonomo e all’imprenditorialità oltre alla voglia di mettersi in gioco. Ogni giovane può diventare imprenditore di se stesso, pianificare e costruire la propria carriera lavorativa, cercando di valorizzare le proprie attitudini e porre le basi per il proprio futuro lavorativo.

Per accedere ai finanziamenti bisogna essere: giovani tra i 18 e 29 anni.

Per accedere ai finanziamenti bisogna essere: giovani tra i 18 e 29 anni; Neet (Not in education, employment or training), cioè senza un lavoro e non impegnati in percorsi di studio o di formazione professionale; iscritti al programma Garanzia Giovani e con l’attestato di partecipazione al percorso di accompagnamento.

 

Per saperne di più: Selfiemployment

Post correlati

Federico Barcherini

https://federicobarcherini.wordpress.com/

Laureato in Economia all’Università di Udine, si occupa di consulenza direzionale alle PMI del Nordest. Appassionato di start-up, è socio fondatore di Custodi di Successo FVG.

    Lascia un commento

    *