Mettersi in proprio? A Roma ci sono 200 nuove storie da raccontare

Mettersi in proprio- Startup-News


Sono 200 le storie di impresa raccolte dal lancio del progetto Impresa Facile Cna di Roma a oggi. Le prime 100 sono state presentate lo scorso 28 marzo alla Casa delle Imprese Cna, altrettante hanno fatto ieri il loro ingresso in società nel corso di una cerimonia di buon augurio alla Terrazza Caffarelli, in Campidoglio, invitate personalmente dal sindaco di Roma Capitale, Ignazio Marino.

 

Mettersi in proprio con Impresa Facile

Impresa Facile è un progetto legato alle nuove iniziative che prevede fino a 4.500 euro di contributo per coprire spese fisse di avvio e servizi nei primi tre anni di attività e fino a 20mila euro di microcredito. Allo sportello startup di Cna (Tel 06/570151) sono arrivate in questi mesi circa 1900 chiamate; 1400 di aspiranti imprenditori, 500 di imprese già esistenti che chiedevano informazioni. Uno su 7 degli aspiranti imprenditori che hanno chiamato per avere informazioni è diventato impresa.
Il motto dell’iniziativa: “Il lavoro non c’è? E io me lo creo”. Il rito scaramantico è ormai consolidato. Come nella scorsa edizione, alle 100 nuove imprese, è stato consegnato il corno portafortuna che qui sotto vediamo in mano al sindaco Ignazio Marino.

Ignazio Marino - Startup-News

I numeri delle nuove attività

Fra le 200 nuove attività, quasi un terzo è formata da donne (tre su dieci), mentre il 6% è guidato da stranieri.
Questi i settori più gettonati:

  1. Artigianato, scelto dal 40% degli startupper
  2. Servizi (29%)
  3. Commercio (21%).

Nel dettaglio dei comparti, il 10% ha deciso di puntare sulla ristorazione, mentre il 9% fa capo a imprese del benessere (acconciatori ed estetisti).

L’età media dei nuovi imprenditori è di 39 anni, segno che tanti si sono messi in proprio per darsi una seconda chance: due su dieci hanno superato la mezza età.

 

Cosa fanno le nuove startup romane

Tra lchi ha deciso di mettersi in proprio, tanti imprenditori individuali che aprono e operano dal computer di casa: c’è il sito internet per trovare lo studio medico più vicino, quello di intermediazione tra domanda e offerta di baby sitter e l’agenzia che offre orientamento ai giovani in cerca di lavoro, rigorosamente online, con tanto di virtual show con l’ambizioso progetto di raggiungere 300mila iscritti. E poi ci sono le aziende che operano nel settore del benessere, della gastronomia e del benessere legato alla gastronomia: dall’azienda di prodotti per celiaci alle ditte di produzione esclusiva di biologico.

 

Come vanno gli affari delle prime aperture?

Tra le tante storie da raccontare c’è quella del bar della coppia di coniugi, che sta andando talmente bene da superare ogni più rosea aspettativa; e poi c’è il locale di Testaccio che vende al pubblico 500 birre da tutto il mondo e di qualsiasi stile, già destinazione di tanti appassionati in cerca di un aperitivo originale. E ancora: l’agenzia di pubblicità che usa Apecar e che in soli due mesi ha già partecipato a tre fiere di rilievo internazionale.
Forse questi servizi e queste nuove attività non faranno innovazione, ma hanno creato lavoro e questa è la vera, grande innovazione italiana!

Post correlati

Redazione

About Redazione

StartUP-NEWS.it è scritta, ideata e portata avanti da persone che sono prima di tutto startupper di se stesse, giornalisti e liberi professionisti che ogni giorno si scontrano e incontrano in prima persona con le problematiche e le realtà che decidiamo di raccontare.