Finanziamenti startup, 500 milioni di euro di aiuti dal Fondo di Garanzia

Finanziamenti startup


Da quattro anni nel nostro Paese è disponibile il supporto del Fondo di Garanzia per le PMI nei confronti di tutte quelle iniziative imprenditoriali che desiderino investire nelle proprie idee e nelle proprie strutture, attraverso la richiesta di prestiti bancari accompagnati dalla garanzia prevista da tale strumento gratuito. Ma quale è stato il ricorso al Fondo di Garanzia per le PMI? E a quanto ammontano le erogazioni accompagnate dal Fondo?

Mezzo miliardo di finanziamenti al 30 settembre 2017

Per fornire una risposta a queste domande, non possiamo che rivolgere l’attenzione direttamente alle statistiche fornite dal Fondo, secondo cui con il passare degli anni è costantemente cresciuto il numero di startup che è stato in grado di usufruire del Fondo di Garanzia per poter ottenere il prestito bancario necessario a sostenere e a sviluppare le proprie attività di impresa.

Con il passare degli anni è costantemente cresciuto il numero di startup che è stato in grado di usufruire del Fondo di Garanzia

In particolare, stando al tredicesimo report sullo Startup Act (l’iniziativa lanciata dal Governo quattro anni fa per poter supportare i progetti delle neo-imprese mediante – anche – il Fondo di Garanzia) i risultati sarebbero stati complessivamente soddisfacenti, tanto che in quattro anni di operatività i fondi erogati dalle banche grazie all’intervento del Fondo di Garanzia sarebbero stati pari a 540 milioni di euro, con una platea di 1586 aziende interessate dal beneficio. Nel solo ultimo trimestre oggetto di statistica (quello conclusosi al 30 settembre 2017), sono inoltre stati erogati finanziamenti per complessivi 61,5 milioni di euro.

In quattro anni di operatività i fondi erogati dalle banche grazie all’intervento del Fondo di Garanzia sono stati pari a 540 milioni di euro

Per quanto concerne l’importo medio del finanziamento richiesto attraverso il fondo, il “taglio” è stato pari a 212.000 euro, mentre il piano di ammortamento preferito si aggira tra i 4 e i 5 anni (la media è quattro anni e mezzo di estensione del programma di rimborso).

Positivo è il livello di solvibilità: è emerso che la stragrande maggioranza delle startup interessate dall’intervento creditizio stanno regolarmente rispettando le scadenze contrattualmente pattuite, mentre un 10% dei beneficiari ha già rimborsato il prestito alle banche.

 

Le aree con il maggior numero di interventi

Per quanto infine concerne la ripartizione territoriale degli interventi del Fondo di Garanzia, come già avveniva nel corso dei precedenti bollettini di aggiornamento dello Startup Act emerge che a richiedere maggiormente l’aiuto del Fondo di Garanzia per le PMI sono le imprese della Lombardia, con 666 operazioni attivate (il 42% del totale a livello nazionale) e un volume di finanziamenti sostenuti pari a circa 175 milioni di euro (il 32% del totale a livello nazionale).

A richiedere maggiormente l’aiuto del Fondo di Garanzia per le PMI sono le imprese della Lombardia

Dietro alla Lombardia vi sono invece le imprese dell’Emilia-Romagna e del Veneto, davanti a Friuli-Venezia-Giulia e Trentino-Alto-Adige. Complessivamente, è il Settentrione d’Italia la zona più attiva del Paese nei confronti di questo strumento.

Per saperne di più, ecco il sito sul Fondo di Garanzia.

Post correlati

Roberto Rais

Giornalista, copywriter ed esperto in marketing editoriale, collabora con alcuni dei più noti network nazionali dell’informazione

    Lascia un commento

    *