Da Enry’s Island nasce Brandkloud, il primo social Network di interazione tramite i Brand

Brandkloud


Dall’incubatore Enry’s Island, nasce Brandkloud: una startup che propone un social network tramite il quale esprimere la propria personalità e creare contatti e interazioni attraverso i brand che più si amano e in cui ci si riconosce.

Ma prima facciamo un passo indietro, e capiamo direttamente da Luigi Rinaldi, Fondatore di Brandkloud e Amministratore dello startup incubator, qual è il modello dietro al quale ruota l’innovativa realtà di Enry’s Island, una piattaforma distribuita con sedi disseminate in diversi paesi del mondo realmente unica nel suo genere.

La prerogativa e l’unicità di Enry’s Island consiste nell’aver individuato tre ingredienti fondamentali per il successo di una startup, come di ogni business in generale: idea, competenze e capitali.

Le idee di nuove e innovative startup di certo non mancano, soprattutto in ambito web e app, esse vanno in un primo momento contestualizzate al mercato ed alle competenze tecniche e manageriali, al fine di divenire il vero concept alla base della startup, e al quale seguirà il processo di sviluppo, realizzazione e tracking.

Relativamente invece ai capitali a cui Enry’s Island si rivolge direttamente, essi sono divisi tra i Business Angel ed i Venture Capital.

Un’ulteriore particolarità dell’incubatore, è senza dubbio il profondo know how interno dell’intero “arcipelago”, il quale consente di sviluppare, realizzare e gestire la startup interamente in house.

Brandkloud nasce dall’intuizione per cui ognuno di noi può essere rappresentato e si può esprimere come identità tramite i brand. Se un individuo esprime le sue passioni tramite i dieci principali marchi che lo descrivono, avrà di sicuro espresso le sue attitudini e le sue passioni in una maniera più efficiente rispetto ad una descrizione di se stesso in base ai suoi amici o alle fotografie, ed è per questo motivo che Brandkloud non è sostitutivo ma integrativo rispetto agli altri social network.

 

Il prossimo step è quello di rendere Brandkloud non solo un social network, ma di promuovere fortemente quello che oggi chiamiamo Social Commerce, ovvero di un vero e proprio marketplace, all’interno del quale avvengono scambi online che utilizzano mezzi di comunicazione sociale e coadiuvano la vendita e l’acquisto di beni e servizi attraverso contributi ed interazioni sociali.

 

Post correlati

Redazione

StartUP-NEWS.it è scritta, ideata e portata avanti da persone che sono prima di tutto startupper di se stesse, giornalisti e liberi professionisti che ogni giorno si scontrano e incontrano in prima persona con le problematiche e le realtà che decidiamo di raccontare.

    Lascia un commento

    *